nuovi limiti sul trasporto eccezionale

Nuovi limiti sul trasporto eccezionale

Il Decreto Legge 121/2021 (Decreto Infrastrutture) approvato dal Parlamento introduce alcune modifiche che riguardano il trasporto eccezionale. Nel dettaglio viene ridotta la massa complessiva di tutti gli elementi divisibili caricati su autoarticolati.

Il Decreto Infrastrutture mantiene le 38 tonnellate per tutti i veicoli a tre assi e 48 tonnellate per tutti i veicoli a quattro assi. S’introduce, invece, il limite di 72 tonnellate per gli isolati a cinque assi e il limite di 86 tonnellate per gli isolati a sei o più assi.
I trasporti eccezionali non potranno più arrivare, quindi, a 108 tonnellate. A meno che non sia previsto il trasporto di un pezzo unico, indivisibile.

Indipendentemente da questi nuovi limiti, permane l’obbligo di richiesta ed ottenimento dell’autorizzazione dell’ente proprietario delle strade attraversate dal trasporto speciale. Il quale potrà avvenire previo pagamento di un importo.